3 Luglio 2018

L’avventura

Abbiamo mosso i primi passi nel mondo della birra di qualità all’insegna della curiosità e della scoperta, seguendo 3 semplici regole: assaggiare, assaggiare e assaggiare! Un lavoro duro, impegnativo e non privo di momenti di “sbandamento”!

Poi siamo passati alla fase dell’homebrewing, che demolisce i preconcetti ed apre le porte alla sperimentazione. Ci siamo subito applicati con molto impegno dedicando giornate intere a produrre birra, sporcandoci mani, vestiti e case!

Le prime volte abbiamo optato per i kit già pronti, muovendoci poi rapidi verso l’All Grain (la tecnica dei birrifici), passando da una breve parentesi di “estratto più grani” (E+G).

Ovviamente le soddisfazioni sono andate crescendo insieme allo spirito critico. Abbiamo ignorato da subito la strada più facile, con la convinzione che le vie tortuose siano più divertenti da percorrere e che portino a traguardi più interessanti.

La gioia di ottenere una birra bevibile è stata via via sostituita dall’esigenza di produrre qualcosa di personale e dalla ricerca della costanza nel gusto e nella qualità. La partecipazione ad alcuni concorsi per homebrewers ci ha spronato a fare sempre meglio, tra stimolanti insuccessi e podi elettrizzanti!

Qui è nata l’idea di trasformare questa passione in un lavoro, iniziando una fase di studio più “strutturato” che ci ha portato a frequentare diversi corsi, da quelli di degustazione e produzione organizzati da associazioni locali fino al decisivo “Corso tecnico-gestionale per imprenditori della birra” del maggio 2012 all’Università di Udine.

Negli anni a seguire non abbiamo smesso di cercare di cresce e migliorarci dando un grande spazio alla formazione e allo studio ma abbiamo sempre di più messo al centro le persone con cui condividere ricette, trucchi del mestiere e soddisfazioni, e continueremo a farlo! Birrai, Publicans, Homebrewers e semplici bevitori sono i nostri veri preziosi riferimenti!